Remix

2002
Radio Tre
Magazine

Remix nasce dalla convinzione che la sovrabbondanza di notizie e di fonti di informazione renda sempre più difficile capire dove sta il confine tra la realtà e l’invenzione. Il programma gioca su questa ambiguità, rende ancora più incerto questo confine, scegliendo il meglio e il peggio dell’attualità e trasportandolo in un mondo surreale.

Ogni puntata ha un tema generale, affrontato da punti di vista il più delle volte spiazzanti. Le voci dei conduttori (anche se il termine conduttore è improprio) rappresentano altrettanti modi di affrontare il tema: Barbara Frandino (giornalista) si occupa di notizie, dati, attualità. Il Fonografo Gazzettiere, Massimiliano Speziani (attore) è la voce della tradizione, del moralismo, anche se si trasforma spesso in cinico fustigatore dei costumi odierni, abbandonando la retorica magniloquente che lo caratterizza. Marco Drago (scrittore) affronta il tema della settimana da un punto di vista più propriamente letterario, sganciato dall’attualità. Pacifico chiude ogni puntata con una canzone originale ispirata al tema portante.Remix ha anche ospitato il docudrama "The Country Hero", dedicato a Leon Country, misterioso e appartato musicista rock di cui si sono perse le tracce da anni. Remix ha un’impaginazione serrata, fatta di moduli brevi che si susseguono con effetti sorprendenti. Ogni modulo ha una durata che è compresa tra i 30’’ e i 2’ (salvo alcune eccezioni). Il programma viene realizzato tra gli studi Rai di Torino, dove si raccoglie il materiale, e lo studio privato di Gaetano Cappa a Milano. La composizione delle puntate avviene totalmente nello studio di Milano, così come il montaggio, la registrazione e il missaggio delle musiche originali, che rappresentano una delle caratteristiche più importanti di Remix.
Alcuni degli esperimenti sonori ascoltabili nella playlist provengono da un programma precedente, durato solo tre mesi, chiamato "Mattino Tre Remix".